Pic Nic di Compleanno : sole, prati e baci

Il 6 maggio è stato il mio compleanno, domenica di festeggiamenti in famiglia.
il lunedì successivo è stata una splendida giornata di sole e caldo, cosa non proprio usuale nella primavera lilloise.
Sapevo che Filo voleva portarmi fuori a pranzo, noi due soli … altra cosa che non capita di sovente a Lille … noi due soli.

A fine mattinata ci sentiamo per accordarci, Filo ha scelto uno splendido ristorante di pesce con un super menù.
Sulla carat Filo aveva vinto, amo il pesce e i begli ambienti, ma sono anche capricciosa e lunatica.
E il giorno del mio compleanno questa cosa mi sfugge, decisamente, di mano.
Il 6 maggio di ogni anno si trasforma nella giornata del capriccio , è sempre stato cosi … e sempre sarà.

 

 

Quindi alla notizia del pranzo, sommessamente, sbuffo.
Filo capisce al volo che non li renderò la vita facile … cosa che d’altro canto succede da più di 16 anni.
Quindi mi esprimo e dico che preferirei qualcosa di diverso: aria aperta, sole, erba e cibo fresco e leggero.
L’uomo risponde con un veloce :ok, ci penso io!

 

 

 

E così è, il mio pragmatico ingegnere farebbe di tutto per accontentarmi nel giorno del mio compleanno, mi immagino la sua telefonata al basito ristoratore per annullare il nostro pranzo di compleanno in “pompa magna”.
Filo mi ha portato in un bellissimo parco, il parco del Métropole, museo di arte moderna di Lille.
E, direttamente dal suo sac a dos, ha servito : sushi , tabulet, ananas, anguria e delle acque aromatizzate.

Un paio d’ore di profumo di erba, di fruscio di foglie, di piedi scalzi, di baci e di chiacchiere.
Il pranzo di compleanno più bello che mai … ah, poi ho ricevuto anche un super regalo, che non pensiate che Filo se la sia cavata così.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *