Pancakes : una Colazione Super Golosa

I pancakes migliori al mondo me li faceva la mia amica e testimone di nozze : Claudia.
Quando lavoravamo insieme a Padova, a volte, toccava fare uno straordinario del sabato mattina. Allora Claudia, superlativa pasticcera “notturna”, preparava i suoi pancakes per allietare i sabato lavorativi. In ufficio avevamo anche le nostre splendide tazze gemelle per il caffè, e la giornata partiva al meglio.

Queste frittelline, solitamente dolci, sono conosciute come tipiche del Nord America, ma in realtà originarie del Nord Europa, con molteplici varianti. C’è chi mette lo yogurt al posto del latte, chi aggiunge la cannella nell’impasto, chi le fa grandi come crepes.

Dai bei tempi di Padova io li faccio ancora spesso, alle Tre Stelline piacciono molto, come ad ogni bimbo, posso immaginare. Solitamente sono la colazione della domenica mattina, molto veloci da preparare.
Io le amo classiche all’americana con lo sciroppo d’acero, Amelia e Dudu le mangiano con la nutella, Filippo con la frutta e Agnese con lo speculoos (crema di biscotti alla cannella che difficilmente si trova in Italia, tipica della Francia del Nord.

 

Bando alle ciance, io i pancakes velocissimi li preparo così:

Ingredienti

  • 200gr farina
  • 250ml latte
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci

 

Rompo per prime le uova e le sbatto con la frusta a mano, man mano aggiungo tutti gli altri ingredienti. Appena pronto l’impasto metto un piccolo padellino sul fuoco (ho anche la macchina per i wafels o gaufres e spesso uso lo stesso impasto) con un mezzo cucchiaino di olio di semi o margarina .

 

Quando il padellino è ben caldo, con il mestolo metto la prima dose di impasto. E’ necessario farci un pochino l’occhio per capire quanto impasto serve per avere il pancake della dimensione desiderata, io li amo piccolini.
Appena la frittellina si stacca dal fondo (fuoco medio tanto cucinano in fretta), la giro con la spatola. Due minuti anche dal secondo lato e voilà è pronto. E così via, uno dopo l’altro.

 

Solitamente ripongo in frigo il composto che mi avanza (con queste dosi me ne vengono circa 12), e preparo nuovamente i pancakes la mattina successiva o per la merenda. Se , per praticità, volete invece prepararli tutti subito, basterà , una volta cotti, avvolgerli nella pellicola e riporli in frigo; scaldarli al momento di servirli e spolverarli con un po’ di zucchero a velo.

 

3 commenti

  1. La nostra tazza… Quanti bei nome ti abbiamo vissuto assieme. Lo ricordo come uno dei periodi più belli della mia vita. Grazie Elena!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *